Bellezza sulla costa della California

Huge Sur è il mio posto preferito al mondo. Prima di Covid, io e mia moglie andavamo a Huge Sur ogni pochi anni. Abbiamo camminato attraverso foreste secolari di sequoie giganti e querce vive. Abbiamo attraversato tronchi caduti su torrenti e ci siamo seduti in cima a scogliere a picco a guardare il sole del tardo pomeriggio scomparire nell’oceano.


Da Los Angeles, il viaggio in auto per Huge Sur dura sei-sette ore. Dopo aver attraversato San Luis Obispo, immettiti sull’autostrada 1 lungo l’Oceano Pacifico. I panorami costieri sono mozzafiato con la nebbia che scende a cascata sulle onde bianche. Huge Sur inizia formalmente a San Simeon, dove il castello di Hearst si trova in cima alle montagne di Santa Lucia. Continua a guidare verso nord e ti imbatti in una spiaggia piena di elefanti marini grassocci. Le creature si muovono goffamente a terra ma in mare diventano ballerine nautiche. Puoi arrivare entro 100 piedi da loro. Se ti avvicini troppo ti avvertono con un latrato simile a una tromba.


Tornati sulla strada, oltrepasserete il faro di Piedras Blancas e vi imbatterete in ampi campi di lupini azzurri, pennelli indiani e fiore di scimmia giallo brillante. Presto arrivi a Ragged Level, una locanda rustica che un tempo faceva parte dell’Hearst Ranch. Le camere con vista sull’oceano sono in bilico a 400 piedi sul livello del mare. Puoi fare un’escursione su un sentiero privato verso una spiaggia appartata dove foche e lontre fanno surf sui frangenti. Di notte, l’autostrada 1 è avvolta dalla nebbia che fa sì che i fari delle auto assomiglino advert aerei a bassa quota che tagliano le nuvole.


Proseguendo verso nord, la strada diventa ripida e tortuosa. È qui che lo spirito di Huge Sur entra nelle tue vene. La sinuosa autostrada di montagna ti costringe a rallentare e concentrarti. È comune imbattersi in un rimorchio che guida a ten mph. Con poche corsie di sorpasso, sei costretto advert abbracciare la saggezza della tartaruga e goderti i panorami maestosi. Mettiamo Miles Davis o Coltrane sullo stereo, apriamo le finestre e lasciamo che la brezza salata dell’oceano ci soffii tra i capelli. In poco tempo si vedono i primi pini del coltro. Le pigne sono massicce e appuntite e giacciono su tutto il ciglio della strada. I falchi volano in alto mentre i vivaci fiori di campo rosa e arancio punteggiano le montagne. Questo è il motivo per cui abbiamo guidato a 250 miglia da Los Angeles. Non abbiamo più fretta di andare da nessuna parte.


Passiamo per il piccolo paese di Gorda (1300 abitanti). Questa è l’ultima opportunità per fare benzina per 40 miglia. Oltre a una stazione di servizio, la città dispone di un ristorante, un motel, un minimarket e un bar espresso. Alla superb del 1800 a Gorda fu costruita una fermata della diligenza per le persone che affollavano la corsa all’oro. Nel 2017, la più grande frana nella storia del Huge Sur ha seppellito l’autostrada 1 appena a sud della città. La strada è stata chiusa per più di un anno, arenando i residenti e danneggiando il commercio turistico. Ci è voluto più di un anno per riaprire l’autostrada 1. L’autostrada è stata chiusa 55 volte a causa di frane.


Dieci minuti a nord di Gorda c’è una costa rocciosa chiamata Jade Cove. Un piccolo cartello sull’autostrada 1 indica il posto. Parcheggi sul ciglio della strada e cammini per mezzo miglio attraverso un campo pieno di orchidee selvatiche e salvia costiera. Un sottile sentiero scende alla riva sottostante. Il sentiero è precario e ospita zecche, serpenti a sonagli e querce velenose.


Jade Cove attrae cacciatori di gemme per miglia intorno. Un cartello cube: “È vietato prospezione, estrazione o rimozione di qualsiasi roccia, minerale o materiale al di sopra del livello medio della marea”. Puoi avventurarti in acqua con la bassa marea e cercare rocce di giada verdastra che si bagnano tra le onde. La giada finta (serpentina) è ovunque, quindi è facile farsi ingannare. La serpentina si graffia facilmente mentre la giada è difficile da graffiare anche con un coltello affilato.


Cercare giada a marea nascosta è pericoloso. Abbiamo incontrato un escursionista locale che ci ha parlato di un pescatore portato in mare. Ci ha esortato a stare attenti dicendo: “Ogni granello di sabbia una volta period una montagna, ogni granello di polvere una volta period un uomo”. Prima della pandemia, un anziano argentiere di nome Brother John possedeva un chiosco di gioielli a Ragged Level. Ha incoraggiato i cacciatori di rocce a portare reperti di gemme che ha trasformato in gioielli. Period una leggenda del Huge Sur che viveva in un furgone sull’autostrada 1 e intratteneva i clienti con storie di avvistamenti UFO e cospirazioni militari mentre mostrava un pezzo di giada vulcanizzata con strisce gialle che aveva trovato a Jade Cove. Quando il fratello John è morto nel 2011, il suo servizio commemorativo ha attirato persone in lutto da tutta la comunità.


Prosegui verso nord e ti imbatti in bestiame alla ricerca di cibo sulle ripide colline su entrambi i lati dell’autostrada 1. Queste sono le mucche più lucky del mondo con immensi campi di erba incontaminata, temperature miti e splendide viste sull’oceano. La gente del posto cube che se le mucche sono in piedi significa bel tempo. Se sono seduti significa che sta arrivando la pioggia. Gli autostoppisti vagano ancora per Huge Sur così come i vagabondi brizzolati che sembrano aver vissuto fuori dalla rete per decenni. Appaiono alcune case sporadiche. Uno è Limey Home, l’ambientazione del movie di Steven Soderbergh del 1999 Il Limey. Mia moglie ed io riflettiamo su come le persone esistano così lontano dalla civiltà. Dove fanno la spesa? Cosa succede se hanno bisogno di un medico o di un dentista? Come ricevono la posta?


Quando entriamo nel Pfeiffer State Park, i campeggi sono numerosi. La maggior parte costa $ 35 a notte. Non c’è Wi-Fi e non sono ammessi fuochi da campo. Passeggiamo tra sequoie e sequoie giganti che hanno centinaia di anni. Camminiamo verso il ruggente fiume Huge Sur e cerchiamo il martin pescatore e i picchi. I segni degli animali sono ovunque. Vediamo graffi territoriali sugli alberi di orsi neri o leoni di montagna. Ci sono tracce di serpenti scivolosi, una miriade di mucchi di escrementi e un pervasivo odore di puzzola.


C’è un’atmosfera sacra nella foresta, come deve aver sentito la tribù indigena Esselen che visse qui migliaia di anni fa. Gli spagnoli soprannominarono l’space el país grande del sur (grande paese del sud). Nel 1542, l’esploratore spagnolo Juan Cabrillo scrisse di Huge Sur: “Ci sono montagne che raggiungono il cielo e il mare batte su di esse… Sembra che cadranno sulle navi”. Nel 1770, la Spagna stabilì una missione a Monterey. Padre Junipero Serra ha tentato di schiavizzare e convertire gli indigeni al cattolicesimo. All’inizio del 1800, quasi tutte le tribù locali furono uccise da malattie.


Dopo la guerra messicano-americana (1846–48), il Messico cedette la California agli Stati Uniti. I coloni arrivarono e costruirono minuscole capanne nella foresta. La loro esistenza period difficile e pericolosa. Hanno raccolto alberi e il legname è stato inviato a nord per costruire San Francisco. Gli artisti sono stati attratti dalla bellezza di Huge Sur. Nel 1912, l’acquarellista Francis McComas descrisse l’space come il “più grande incontro di terra e acqua al mondo”. Il poeta Robinson Jeffers ha definito Huge Sur “la cosa più nobile che abbia mai visto”. L’artista tedesco Helmuth Deetjen costruì un complesso a Huge Sur con cottage in legno di sequoia. Il Huge Sur Inn di Deetjen rimane un’istituzione.


Nel 1937, il governatore della California Frank Merriam accese una miccia di dinamite facendo esplodere un enorme masso nell’oceano. Pochi istanti dopo, ha ufficialmente aperto al traffico la nuova autostrada. La strada period inizialmente chiamata Carmel-San Simeon Freeway prima di essere ribattezzata Freeway 1 due anni dopo. La nuova strada ha reso la costa accessibile in auto.


Nel 1944 Henry Miller tornò dall’Europa e si trasferì a Huge Sur. Si stabilì in una casa su una collina sopra un Canyon e scrisse Huge Sur e le arance di Hieronymus Bosch. Il libro period un resoconto del pacifico stile di vita di Huge Sur. Scrisse: “Laggiù possono maledirsi, insultarsi e torturarsi a vicenda, rovinare la creazione, ma qui è impensabile, c’è una tempo duratura, la tempo di Dio e la sicurezza serena creata da un pugno di buoni vicini che vivono a uno con il mondo delle creature”.


Nel 1960, il poeta Lawrence Ferlinghetti acquistò una capanna a Bixby Creek. Ha prestato la baracca a Jack Kerouac. il cui romanzo del 1962 Huge Sur descrive il suo declino mentale e fisico mentre combatte l’alcolismo avanzato. Huge Sur offrì a Kerouac una tregua temporanea permettendogli di ammirare la bellezza della foresta. “Nelle dolci notti primaverili starò sotto le stelle – qualcosa di buono uscirà ancora da tutte le cose – E sarà dorato ed eterno proprio così – non c’è bisogno di dire un’altra parola.”


Richard Brautigan scrisse Un generale confederato da Huge Sur nel 1961. Raccontava Huge Sur come “quella casetta per leoni di montagna vecchia di mille anni… quella fila di un milione di anni per l’abalone… Vieni a Huge Sur e lascia che la tua anima abbia un po’ di spazio per uscire il suo midollo”. Gli hippy seguirono il consiglio di Kerouac e Brautigan e si riversarono a Huge Sur negli anni ’60. Vivevano in auto o sotto i ponti. Alcuni sono scesi da ripide scogliere per accamparsi sulla spiaggia. L’space divenne un focolaio per la sperimentazione dell’LSD. Il pioniere della controcultura Michael Murphy, la cui famiglia possedeva 27 acri lungo la costa, ha co-fondato l’Esalen Institute nel 1962. Esalen è diventato un ritiro internazionale incentrato sulla vita alternativa e sul movimento del potenziale umano. È qui che iniziò il movimento New Age. I primi visitatori includevano John Steinbeck, Aldous Huxley, Ansel Adams, Buckminster Fuller e Timothy Leary.


Un’altra istituzione di Huge Sur è Nepenthe, un ristorante e bar che prende il nome dalla pozione nell’Odissea di Omero che ti consente di dimenticare tutto il tuo dolore e il tuo dolore. Nepenthe ha aperto nel 1949 su un terreno un tempo di proprietà di Orson Welles e sua moglie Rita Hayworth. L’architetto Rowan Maiden, uno studente di Frank Lloyd Wright, ha progettato la struttura. È stato costruito con sequoia e mattoni di adobe e si trova a 800 piedi sul livello del mare. Uno scultore locale di nome Edmund Kara ha scolpito un uccello fenice in aumento da una quercia costiera morta sulla terrazza all’aperto.


Nel 1981, il pittore di Huge Sur Emil White ha donato la sua casa di Redwood sull’autostrada 1 per creare la Henry Miller Memorial Library. Il luogo è un archivio dei manoscritti di Miller, oltre a una libreria e una caffetteria. La biblioteca funge anche da spazio per spettacoli che attrae musicisti come Patti Smith, Laurie Anderson e Arcade Hearth. Proprio in fondo alla strada si trova il Huge Sur River Inn and Restaurant. Costruito nel 1888, lo spot ha una stazione di servizio, un ufficio postale e un negozio di articoli da regalo. Puoi prendere una birra e un barbecue, sederti su una panchina nel torrente e lasciare che i tuoi piedi penzolino nell’acqua. Puoi anche incontrare alcuni dei 1728 residenti che vivono nella zona tutto l’anno. Alcuni sono parenti delle famiglie originarie che si stabilirono nella zona.


Nel 2017 forti piogge e smottamenti di fango hanno danneggiato l’autostrada 1 a nord ea sud di Huge Sur. L’space divenne un’isola, tagliata fuori dal mondo esterno. I volontari hanno consegnato cibo e provviste a mano su un sentiero attraverso un boschetto di sequoie. Alcuni locali lasciarono definitivamente la città mentre altri abbracciarono la solitudine forzata. Jeanne Crowley, che gestiva il Huge Sur Inn di Deetjen, ha detto: “Dicono sempre che se Huge Sur ti vuole, ti manterrà. Se non lo fa, ti sputerà fuori”.


Vivere a Huge Sur significa accettare il rischio di colate di fango e incendi boschivi. Il più grande pericolo per la zona è l’eccessivo turismo. Ogni anno passano più di un milione di auto. Durante i mesi estivi, lo stallo sull’autostrada 1 è incessante. Con resort come il Submit Ranch e il Ventana che fanno pagare fino a $ 2000 a notte, gli sviluppatori sbavano quando osservano il potenziale turistico della zona. Se non fosse per gli incendi e le frane, Huge Sur sarebbe già come la Costa Azzurra. Lo spirito di Huge Sur rimane intatto. Il credo locale per i visitatori è “Non lasciare tracce”.

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.