Uguale giustizia animale per topi e gufi

GLI ATTIVISTI DELLA GIUSTIZIA ANIMALE ESORTANO IL MINISTERO DELL’AMBIENTE BC A NON AVVELENARE TOPI E RATTI PER GENTILEZZA UMANA.

LE STRATEGIE DI ERADICAZIONE DEI RODITORI NON RISOLTE E CONTENZIOSE DELLA BRITISH COLUMBIA.

Il governo provinciale del Ministero dell’Ambiente della Columbia Britannica Canada è attualmente oggetto di pressioni da parte delle organizzazioni per i diritti degli animali per proteggere, ANCORA PIÙ DI PRIMA, in particolare, topi e ratti tra gli altri animali selvatici in BC dall’esposizione a inefficaci, approvati dal Ministero,
rodenticidi già utilizzato da disinfestatori e società di controllo dei parassiti in una battaglia persa per cercare di impedire ai roditori di raggiungere numeri simili a quelli della peste in ogni ambiente urbano e rurale del BC. La stessa cosa sta accadendo ovunque in Canada.

Gli attivisti per i diritti degli animali sostengono che i roditori sono creature intelligenti e sensibili, in grado di mostrare altruismo nei confronti della propria specie, che non meritano il dolore e le morti orribili che sono costretti a subire a causa dell’avvelenamento commerciale. Tuttavia, raramente menzionano come anche i roditori subdoli e astuti siano sopravvissuti a qualsiasi strategia che gli umani abbiano mai escogitato per cercare alla advantageous di sradicarli.

Tuttavia, il ministero dell’Ambiente di BC sta ora valutando ulteriori modifiche di importanza critica al suo Regolamento integrato per la gestione dei parassitila cui scadenza per tutti i contributi dell’opinione pubblica, purtroppo, è già passata.

L’imminente decisione epocale del governo della Columbia Britannica di forse limitare ulteriormente o porre advantageous del tutto l’uso di ciò che gli animalisti chiamano Veleni crudeli, segue sui talloni già del Ministero
approvazione precedentemente gravemente annacquata di rodenticidi anticoagulanti di seconda generazione (SGAR) relativamente inefficaci da utilizzare come deterrenti velenosi per cercare di contenere la crisi sempre crescente. Le compagnie di disinfestazione e gli sterminatori sono già virtualmente ostacolati nel cercare di controllare, per non parlare di uccidere, il numero sempre crescente di ratti e topi nella Columbia Britannica che continuano a raggiungere numeri epidemici; non solo in contesti commerciali lungo la proliferazione delle vie d’acqua di BC, ma soprattutto in ogni comunità residenziale urbana.

Poiché il numero crescente di case residenziali e demolizioni di grattacieli commerciali continua a verificarsi a tassi allarmanti ovunque i codici edilizi provinciali, distrettuali e cittadini continuano a ridurre le quote massime di altezza e profondità di riempimento, sviluppatori e costruttori continuano anche a costruire edifici residenziali sempre più grandi, tentacolari e più profondi abitazioni per cercare di sfruttare e far fronte alle infestazioni esplosive di corollario di un numero sempre crescente di esseri umani immigrati stessi. Queste decisioni radicali da parte di sindaci e consigli di tutto il mondo significano che le tane di parassiti di vecchia information che hanno convissuto per innumerevoli decenni ovunque gli umani abbiano scelto di risiedere o condurre le loro attività quotidiane e attività commerciali, continuano a esplodere in aree in cui non erano mai stati prima , disturbando anche, nel processo, le antiche tane e percorsi che sono esistiti da tempo al di sotto di quelle che esistevano prima le strutture umane. Qualunque cosa l’umanità abbia mai fatto nella storia, o dovunque gli esseri umani siano andati negli angoli più remoti della terra, umani, ratti, topi, cimici e altri parassiti sono fioriti insieme come se un’unica specie.

Gli SCAR ancora più deboli e inefficaci che presto verranno proposti sono strategie di controllo dei parassiti poste in ciò che comunemente viene chiamato nell’industria dello sterminio
stazioni di esca che limitano l’accesso ai soli topi e ratti in modo da impedire l’accesso ai veleni da parte di altri animali più grandi, selvatici o domestici, come procioni, puzzole, scoiattoli, gatti, cani e altri animali più grandi; riducendo così al minimo l’uso non necessario o l’esposizione accidentale a questi altri animali diversi dai parassiti che dovrebbero uccidere.

Eppure esiste già un grave problema intrinseco all’interno di questo desiderio inteso di proteggere il numero di fauna selvatica di BC a causa del fatto che i veleni attualmente approvati dal Ministero dell’Ambiente di BC per l’uso sul campo sono già stati annacquati nella misura in cui il numero sempre crescente di i parassiti che ingeriscono il veleno continuano a vivere cicli di vita abbastanza lunghi da consentire loro di continuare a procreare la loro specie; aggravando così ulteriormente il governo e le agenzie commerciali per il controllo dei parassiti, la crescente incapacità di sradicare la minaccia.

A ciò si aggiunge la realtà che, dall’inizio della pandemia di Covid, continua a rimanere un serio ostacolo per disinfestatori e società di disinfestazione a corto di personale e poco addestrati advert assumere un numero adeguato di lavoratori necessari per far fronte seriamente alle infestazioni di parassiti ovunque . Alla advantageous, è una questione, come direbbe qualcuno, del vecchio modo di fare le cose “Un passo avanti, due passi indietro”.

Soprattutto alla vigilia dell’ennesima importante decisione del ministero dell’Ambiente in materia di disinfestazione che sta valutando: vietare
Adescamento preventivo, il che significa niente trappole a scatto, trappole per colla e trappole per esche in giro quando non necessarie; richiedendo l’attuazione della cd Gestione integrata dei parassiti strategie, che si concentrano su metodi di controllo preventivi e alternativi, che richiedono una registrazione ampia e dettagliata da parte dei lavoratori dei loro sforzi di prevenzione; mentre
Metodologia alternativa di controllo dei parassiti deve essere documentato solo dopo l’uso limitato di veleni approvati, durante periodi di tempo effettivi limitati, mentre i futuri veleni approvati finiranno per essere ulteriormente annacquati a un livello ridicolmente inefficace e somministrati da personale già annacquato che può o può non essere adeguatamente formati.

Tuttavia, i sostenitori di Animal Justice continuano a urlare sanguinosi omicidi e persistono nel sostenere ingenuamente che il
comportamento altamente altruistico mostrato da ratti e topi nei confronti della propria specie ora giustifica forme di eradicazione ancora più gentili, più gentili e minori

Questo nonostante il fatto che i roditori parassiti siano famosi per la loro incredibile capacità riproduttiva. I topi femmine, advert esempio, possono, dopo la nascita, raggiungere la maturità sessuale entro 4-8 settimane di età e produrre da 5 a 12 bambini in 5-6 cucciolate in più all’anno. I ratti hanno una maturazione sessuale ancora più rapida e possono partorire in appena 25 giorni dalla nascita. Non è raro che i topi abbiano tanti bambini da cinque a dieci cucciolate all’anno. Non ci vuole uno scienziato missilistico per calcolare i numeri nel tempo se questa sarà la strategia preferita di controllo dei parassiti in futuro.

Poiché tali parassiti sono in grado di procreare rapidamente, insieme al fatto che sono anche astuti, subdoli, pieni di risorse e notoriamente difficili da eliminare una volta stabiliti, è una corsa costante tra gli umani continuare a inventare e mettere in atto strategie sempre più razionali e ben ponderate di eradicazione efficace che, invece di aggravare il problema della prevenzione, incoraggia invece solo proliferazioni sempre maggiori e più gravi di parassiti in grado di creare pestilenze pericolose per la vita e malattie di proporzioni pandemiche salute e benessere a tutti gli esseri umani in mezzo a loro. Ma questo è, in effetti, ciò che il Ministero dell’Ambiente di BC ha fatto negli anni, riducendo sempre più la forza dei veleni approvati che ora devono affrontare ancora più restrizioni che favoriscono non l’eradicazione dei parassiti ma la loro proliferazione.

PERICOLI PER LA SALUTE DELLA PROPOSTA DI REGOLAMENTAZIONE INTEGRATA PER LA GESTIONE DEI PARASSITI DELLA B.C

in tutta la Columbia Britannica urbana e rurale, per non parlare delle altre province del Canada, è noto che ratti e topi diffondono fino a 35 numerous malattie e agenti patogeni che includono: Rat Chunk Fever (RBF); Virus della coriomeningite (LCMV); Leptospira; Salmonellosi; tularemia; Bartonella, e anche; comuni batteri ospedalieri come C.-difficile e Stafilococco batteri. Anche solo respirando le particelle di polvere sporche di escrementi di roditori o di urina possono causare malattie mortali all’interno della comunità umana che includono:
Sindrome polmonare da Hantavirus; Febbre emorragica, e; vari ceppi di Coriomeningite linfocitica.

Per comprendere meglio la questione in questione è sufficiente chiedere a qualsiasi disinfestatore professionista o addetto al controllo dei parassiti se, nel tentativo di liberare i roditori da una determinata space urbana o rurale, abbia mai assistito a: roditori trovati intrappolati in trappole a scatto o trappole a colla, cannibalizzato da altri topi o ratti, o; roditori morti o morenti nelle esche che sono stati mangiati vivi da altri roditori della loro specie che li trovano in difficoltà per liberarsi, e i problemi che questo crea per qualsiasi disinfestatore umano, professionista o privato, che deve smaltire le proprie carcasse.

Questo per quanto riguarda l’altruismo professato dai portavoce della giustizia animale, o quelli nei ministeri del governo che hanno approvato solo veleni per roditori sempre più deboli e inefficaci che non uccideranno i roditori in un lasso di tempo sufficientemente breve da interferire sufficientemente o distruggere completamente qualsiasi nuova cucciolata di roditori prima che raggiungano la capacità di procreare e amplificare ulteriormente le potenziali condizioni di peste che si manifestano costantemente in tutta la Columbia Britannica, in Canada e, in effetti, nel mondo.

La premessa filosofica e ideologica di troppi difensori della giustizia animale non è solo mal ponderata, ma assolutamente imbecille e irresponsabile nella misura in cui considera veramente la salute e il benessere delle popolazioni e delle comunità umane urbane e rurali in tutto il mondo. Basti pensare alle tante piaghe cicliche dei roditori che, ogni anno, quasi ogni quattro anni nell’ultimo secolo, hanno afflitto tanti paesi; come i terreni agricoli australiani e gli insediamenti rurali dell’entroterra in luoghi come Gilgandra, nel New South Wales. Dov’è l’approccio del buon senso in tutto questo?

“La peggiore piaga dei topi che abbia mai visto”: milioni di roditori scendono nell’Australia orientale (nbcnews.com)

Redazione editoriale: Jerome Irwin, 17 giugno 2022

FINE

NOTE BIOGRAFICHE DELL’AUTORE

Jerome Irwin è uno scrittore-autore canadese-americano la cui variegata e miriade di carriera abbraccia una serie di insoliti colpi di scena che includono: una graduale defezione dal “sogno americano” che iniziò per la prima volta a: breve affiliazione con la CIA in comunicazioni clandestine; seguito da un periodo nel campo della criminologia con le forze dell’ordine americane; che a sua volta ha coinvolto il lavoro come volontario VISTA con giovani indigeni americani bianchi-marroni-neri in difficoltà; prima di diventare un’attivista della comunità in Canada e negli Stati Uniti per i diritti degli indigeni nativi americani, First Nation e Metis. Per decenni, in qualità di scrittore-autore-attivista canadese della comunità, Irwin ha cercato di richiamare l’attenzione mondiale sulla miriade di crisi di degrado ambientale e insostenibilità causate dalla miriade di questioni ambientali, ecologiche e spirituali che esistono tra le filosofie mondiali contrastanti di indigeni e non. -popolazioni indigene. Irwin è anche l’autore del libro “The Wild Mild Ones; A Turtle Island Odyssey” (www.turtle-island-odyssey.com), un’odissea spirituale tra i popoli nativi del Nord America/Turtle Island che ha portato a numerose questioni correlate relative a: movimento feniano irlandese; Movimento di resistenza dell’oleodotto di accesso Dakota; AIPAC e l’apartheid israeliano contro la Palestina e il relativo movimento anti-BDS del Congresso degli Stati Uniti relativo alla storica battaglia per la Palestina e l’assedio di Gaza; per non parlare delle numerose violazioni costantemente perpetrate da interessi di propaganda industriale-aziendale-militare contro ogni comunità umana sulla Terra e l’Anima Collettiva del Mondo. Per 50 anni ha vissuto con la moglie terapista australiana sulla North Shore della British Columbia, 40 dei quali sono stati spesi per preservare come eredità canadese la casa dei sogni del loro spirito combinato noto come “The Elf Inn”.

© Scoop Media

Leave a Comment

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.